RSU della dirigenza? No, grazie. Comunicato CIDA - CONFEDIR - COSMED

[06/11/2014] 

Ieri, 5 novembre 2014, le Confederazioni rappresentative della dirigenza pubblica si sono incontrate in sede Aran per affrontare il tema della costituzione delle RSU della dirigenza. Pubblichiamo di seguito il comunicato con il quale CIDA, CONFEDIR e COSMED hanno manifestato la loro contrarietà.
_________________________________

Comunicato CIDA -  CONFEDIR  - COSMED

 
Le scriventi Confederazioni sindacali, rappresentative della maggioranza del  tavolo della Dirigenza, hanno ribadito, nella riunione odierna presso l'Aran la loro netta contrarietà all'istituzione delle RSU nelle autonome aree dirigenziali.

Il blocco dei rinnovi contrattuali, la mancata definizione delle aree, presupposto indispensabile per qualunque contrattazione, l'incertezza legislativa sul riassetto della Dirigenza pubblica in discussione alle Camere, nonché il pronunciamento del Consiglio di Stato che obbligherebbe alla ripetizione delle elezioni in caso di successiva ridefinizione delle aree, rendono la costituzione attuale delle RSU, peraltro mai avvenuta fino ad ora, un’iniziativa inappropriata, intempestiva e inutilmente costosa.

Hanno pertanto chiesto all'Aran, in data odierna, di farsi prioritariamente parte diligente per riavviare la trattativa sulla definizione delle aree di contrattazione.

Si segnala inoltre, che 5 Confederazioni su 7 rappresentative (le scriventi, la Cisl e la Confsal) hanno manifestato parere negativo all'ipotesi di procedere all'indizione delle elezioni per le RSU per la dirigenza.

Roma, 5 novembre 2014.
I Segretari generali:

Giorgio Rembado (CIDA)
Stefano Biasioli (CONFEDIR)
Costantino Troise (COSMED)