Ivano_Spano_Malattia_occidente

Ivano Spano

La malattia dell'Occidente. Marketing of life
PREZZO: 19.50
 
PAGINE: 221
 
ISBN: 9788862506199
 
EDITORE: Guerini e Associati
 

ANNO:2016

 

L'Occidente è una nave che affonda, dove tutti ignorano la falla e lavorano assiduamente per rendere sempre più comoda la navigazione, e dove, quindi, non si vuole discutere che di problemi immediati, e si riconosce un senso ai problemi solo se già si intravvedono le specifiche tecniche risolutorie. Ma la vera salute non sopraggiunge forse perché si è capaci di scoprire la vera malattia”. Emanuele Severino, Essenza del nichilismo

Quando dici ‘io penso’ spesso non sei tu che pensi, bensì ‘loro’, è l’autorità anonima della collettività che parla attraverso la tua maschera. Quando dici ‘voglio’, a volte non stai facendo altro che un gesto automatico di accettazione, pagando per giunta per ciò che ti viene imposto. Vale a dire, tu cerchi di ottenere ciò che sei stato indotto a volere”. Thomas Merton, La contemplazione cristiana

Se fosse possibile qualcosa come una psicoanalisi della cultura-tipo di oggi, se l'assoluto predominio dell'economia non irridesse a ogni tentativo di spiegare lo stato di cose a partire dalla vita psichica delle sue vittime, e se gli psicanalisti non avessero pronunciato da tempo il loro giuramento di fedeltà a questo stato di cose, un'indagine di questo genere dovrebbe mostrare che l'odierna malattia consiste proprio nella normalità”. Theodor W. Adorno, Minima moralia


Oscilliamo tra presenza e assenza, tra realtà e apparenza. Nel mondo della rappresentazione, che "è l'unico che ci è dato di abitare", viviamo "nella profonda ambiguità". Ivano Spano, sociologo, psicoanalista, docente all'Università di Padova, nel suo nuovo libro 'La Malattia dell'Occidente.
Marketing of life
' (Guerini e Associati), con la prefazione dello psicologo sociale Adriano Zamperini, ci mostra le nuove forme di alienazione provocate dal vivere nella virtualità.

"L'identità diventa cosi' il riflesso di 'stili di vita' strettamente associati ai marchi commerciali e ai prodotti che rappresentano" spiega il sociologo e psicoanalista, autore di oltre 70 testi scientifici, che si occupa in particolare di epistemologia delle Scienze sociali e delle Scienze della terapia ed è un critico del modello sociale ed economico capitalistico e dei processi di globalizzazione in atto.

"Il termine 'acting-out', per l'autore, esprime compiutamente il tentativo del soggetto umano rivolto a sbarazzarsi di sé". "Così, l'agire finisce col prevalere sul pensare e il fare finisce per coincidere con l'essere. Il soggetto, allora, si realizza come 'imprenditore di se stesso' portando a compimento il plagio sistematico che la società esercita su di lui" come sottolinea nella prefazione Zamperini di questo “viaggio nel pensiero” di Spano, dove troviamo anche Erich Fromm. E', questa, la nuova forma di ciò che il sistema chiama “normalità”, una normalità che si presenta, a detta degli studiosi più raffinati, come la “nuova malattia” dell'Occidente, la “normopatia”.

Il contesto, ci fa capire Spano, è quello del capitalismo fallimentare che non regge ormai più la prova della storia, dove l'uomo perde di identità e una possibile via d'uscita si può trovare nel riappropriarsi e nel vivere la realtà, non la sua rappresentazione, e nella capacità di estendere il complesso delle relazioni partendo dal territorio, in quella che viene definita società del "dopo-crescita".

Per questo appare necessario anche riconcettualizzare il ruolo della medicina contro la medicalizzazione della vita, della psicologia oggettivante e astratta dalla soggettività, nonché della politica che deve approdare a una “nuova visione del mondo” per una sua rifondazione come antropo-politica che vede nella partitocrazia la vera anti-politica, al fine di un rinnovamento radicale del sistema sociale adeguato alle esigenze di ogni gruppo umano, per liberare le potenzialità espressive, creative e relazionali che rimandano a quell'unità mitica tra uomo e natura, tra uomo e uomo, al punto che il mondo sia veramente il nostro mondo.


 

IVANO SPANO, Studioso senior e Docente all'Università di Padova. Psicanalista didatta e supervisore, coordina la Sezione di Padova della Società Italiana di Medicina Psicosomatica. Dal 2016 è Docente dell'Università Internazionale per la Pace delle Nazioni Unite-Sede Europea.

Si occupa, in particolare, di epistemologia delle Scienze sociali e delle Scienze della terapia. E' un critico del modello sociale ed economico capitalistico nonché dei processi di globalizzazione in atto.

E' autore di oltre 70 testi scientifici. Per i nostri tipi ha pubblicato: Per un ecologia della medicina. La visione unitaria dell'uomo e del rapporto salute-malattia, Immagini della cultura. Eclissi e metanorfosi del soggetto, L'io, l'altro e l'identità. Per una socio-psicologia del soggetto umano.