Michele_Gerace_Europa_bellezza

Michele Gerace

E' L'EUROPA, BELLEZZA!
PREZZO: 8.00
 
ISBN: 9788849852714
 
EDITORE: Rubbettino
 

ANNO:2018

Questo libro si basa su una raccolta di articoli pubblicati nel blog “E’ l'Europa, bellezza” su Eunews.it. Gli articoli hanno dato corpo a capitoli contenenti conversazioni da bar con persone che rappresentano comunità territoriali, associative, accademiche e culturali. 

Le conversazioni si accompagnano a iniziative, anche radiofoniche e televisive, che con il tempo si sono dimostrate estremamente contagiose e che in questo momento sono espressione di una bellissima comunità in movimento.

È un libro imperfetto, avventato, e per questo forse autentico, che si perfeziona ogni volta che il lettore, chiamato a confrontarsi senza tabù su temi di grande complessità e
rilevanza, sceglie di condividere una piccola responsabilità e si coinvolge in una lotta contro l’indifferenza. Agisce. Accetta l'invito all’agitazione culturale.

Per ciascun capitolo è indicato un tempo medio di lettura ed è consigliato l’ascolto di un brano musicale. Aiutato dall'ascolto di buona musica, il lettore audace potrà leggere l’intero librotutto di un fiato. In tal caso potrà ritenersi impegnato per un paio d’ore. 

I capitoli seguono un filo narrativo, si richiamano l'uno agli altri, contengono conversazioni con chi ancora crede nella bellezza dell’idea di Europa e nella necessità pratica degli Stati Uniti d’Europa.

Prefazione di Pierluigi Castagnetti
Postfazione di Marco Piantini


Questo di Michele Gerace è il libro più simpatico che io abbia letto sull’Europa. E’ un libro fresco, scritto bene, gradevole, ha dentro tutto ciò che serve per ragionare di Europa. E ragionarne in termini critici, com’è giusto. Ragionarne, non sragionarne. 
Il realismo che c’è nel libro è puro omaggio allo spirito di verità.
Per il resto c’è anche poesia, non astrazione o favola,  ma stile estetico sinuoso brillante e gradevole. Il genere letterario, con il drenaggio e l’inserimento di colloqui, conversazioni e interviste, è poi molto originale e intrigante
Pierluigi Castagnetti
Presidente Fondazione "Persona, Comunità, Democrazia"
Direttivo della House of European History
 
Si può capire e apprezzare l'Unione Europea con discorsi da bar? Si, a patto che si tratti del Bar Europa, un cenacolo itinerante di gente motivata che discute, critica e analizza - bicchiere in mano e musica in sottofondo - gioie e dolori del faticoso progetto Comunitario. Dimenticavo: il barista è Michele Gerace
Frediano Finucci, Capo della redazione economia ed esteri del Tg La7 e conduttore di Omnibus

Michele Gerace ci propone di ripensare i fondamenti del nostro vivere insieme e sopratutto ci invita a rimetterci in camino
Eric Joszef, Corrispondente in Italia di Libération

Un invito ad un dialogo costruttivo per un'Europa nella quale saremo forti solo insieme e nella nostra diversità, senza dimenticare i nostri valori
Caroline Kanter, Direttore della Fondazione Konrad Adenauer in Italia

Mi fa molto piacere che Michele Gerace abbia provato, finalmente, a mettere insieme tante sue conversazioni e incontri con persone che di Europa si sono occupati, modestamente appassionati, o che per l'Europa si sono indignati, arrabbiati o semplicemente incuriositi. E che trovino qui traccia alcuni degli incontri fatti insieme al Bar Europa, una formula nata per caso, guarda un po' tra chiacchiere al bar, alla ricerca di un confronto senza pretese e ruoli predefiniti, senza vetrine per alcuno, più che altro per passione e per rivendicare la voglia di non prendersi sul serio.
Il fatto che tanti di questi incontri ci abbiano lasciato più con domande che con risposte, e' un ottimo segno. Perché in sostanza quando si incontra qualcuno o si parla di qualcosa e' buon segno pensare poi con alcuni termini dubitativi, non necessariamente perché se ne diffidi o lo si giudichi male, ma perché le domande che ci poniamo su qualcuno o qualcosa dimostrano che non ne siamo indifferenti, che ci interroghiamo sui perché un po' come quando eravamo bambini. Come quando le risposte non spettavano a noi, ma già le cercavamo
Marco Piantini, Consigliere per gli Affari europei della Presidenza del Consiglio dei Ministri 

Quando, dalla finestra della nostra redazione a Bruxelles, vedemmo aprire il bar itinerante di Michele decidemmo di prendere anche noi posto ad un tavolo. Scoprimmo un luogo dall'aspetto leggero ma di pensiero intenso, che ha coinvolto molti giovani, coloro che nell'Europa unita ci sono nati, e ai quali non era stato detto che è anche cosa loro. Frequentando questo bar hanno scoperto che l'Unione non è condizione data, ma prospettiva che va alimentata giorno per giorno, in particolare da chi ne rappresenta il futuro
Lorenzo Robustelli, Direttore di Eunews

E' un libro che chi ha un ruolo guida in politica e in società dovrebbe leggere prima di dichiarare esaurito il sogno europeo. La scrittura, accompagnata da una selezionata colonna sonora, è piacevole ed accattivante. Con delicatezza Gerace recapita un messaggio potente che si può riassumere così: non possiamo rimanere indifferenti e stare a guardare, dobbiamo fare di tutto per rafforzare la nostra comunità di donne e di uomini, e con essa la nostra comune visione europea
Paul Sellers, Direttore del British Council in Italia