A seguito dell’ondata di freddo e di gelo che sta investendo in queste ore il Lazio, rivolgiamo un appello ai sindaci e ai presidenti di provincia della regione, alla sindaca del comune di Roma e al presidente di Roma città metropolitana affinché accendano i termosifoni nelle scuole con tempestività e regolarità sin da oggi. Questa misura servirà a rendere il rientro a scuola di alunni e insegnanti certamente più agevole, poiché durante tutto il periodo delle vacanze natalizie i riscaldamenti sono rimasti spenti. È quanto dichiara Mario Rusconi, presidente ANP-Lazio, che aggiunge: “Inoltre, tenuto conto che le scuole svolgono diverse attività anche pomeridiane, le amministrazioni dovrebbero prevedere un tempo prolungato di accensione nel pomeriggio per evitare che gli ambienti si raffreddino e studenti e docenti lavorino al freddo”. Infine continua sempre Rusconi: “Si dovrebbe immaginare un piano modulare di accensione e spegnimento dei riscaldamenti che tenga conto dei differenti periodi dell’anno, oltre che delle diverse condizioni meteorologiche che si possono verificare nelle zone della regione. Proprio per questo chiediamo che i presidi possano gestire in diretta collaborazione con l’ente locale questo servizio, secondo le esigenze e le opportunità del momento da loro rilevate”.
 
Alfonso Benevento
Responsabile comunicazione ANP-Lazio