Le scuole di Roma salutano la fine dell'anno scolastico con un concerto in piazza del Campidoglio. Trecento giovani orchestrali di 15 scuole capitoline, dalle elementari alle superiori, otto archi e cinque violinisti tutti musicisti del conservatorio, diretti dal maestro Stefano Nerozzi, hanno eseguito l'inno d'Italia, Les Tisserands di Poulenc, Vá pensiero di Verdi, O fortuna di Orff, l'Inno d'Europa di Beethoven mentre una rappresentanza del secondo livello dell'accademia nazionale di danza, diretta dalla maestra Cristina Caponera, ha eseguito dei balli coreografici. La piazza all'ombra del Marcaurelio è diventa così un crocevia di arte e cultura sotto lo sguardo stupito e incuriosito di numerosi turisti e cittadini capitolini. La manifestazione, prima nel suo genere a Roma, è stata organizzata dall'Associazione Nazionale Presidi del Lazio insieme all'assessorato alla cultura del Campidoglio, il liceo Pio IX all'Aventino ed il Liceo Newton di Roma. Per Mario Rusconi, presidente ANP del Lazio “quella di questa mattina è stata l’apertura della scuola alla musica, in un paese come il nostro a forte vocazione musicale, in cui a volte come disciplina scolastica è poco coltivata. La scuola non è chiusa in sé stessa ed eventi come questi dimostrano la sua propensione alle diverse forme artistiche da restituire all’esterno e soprattutto alla collettività. La manifestazione di oggi, così pensata, ha voluto dare proprio questa sensazione”. Per l’assessora Baldassarre: “quello di oggi è l’inizio di un percorso poiché la musica ha un valore educativo molto importante, e l’arte è di tutti”. Vista la riuscita dell’evento e l’entusiasmo con cui la piazza ha accolto l’iniziativa Baldassarre e Rusconi hanno deciso di continuare l’appuntamento anche negli anni futuri, ma soprattutto di estenderlo in tante altre piazze della città cercando di coprire tutta la capitale. Un impegno preso dai due artefici della manifestazione che coinvolgerà quindi i diversi municipi e molte più scuole di Roma.  
 
Alfonso Benevento 
Capoufficio stampa Anp-Lazio