Il 9 dicembre si è tenuto l'incontro, presso la Regione Lazio, della Conferenza Regionale Permanente per l’Istruzione, ai fini dell’espressione del parere sul piano regionale di dimensionamento delle Istituzioni scolastiche per il 2020-21.

Erano presenti tutte le parti istituzionali coinvolte: Regione Lazio, Usr Lazio, province, comuni e rappresentanze sindacali;Anp Lazio ha partecipato alla seduta con propria delegazione.
Sono state accuratamente analizzate le proposte presentate dalle scuole e accolte dalle amministrazioni locali, già valutate in prima istanza dagli osservatori provinciali. A seguire l'Usr ha espresso le proprie posizioni, riviste in seduta alla luce delle osservazioni della Regione Lazio.

Tutte le valutazioni hanno avuto come riferimento le Linee Guida sul dimensionamento della Regione Lazio, così come aggiornato nel 2019 (che si prevede di rivedere ed integrare nel 2020).
Nell'analisi delle numerose proposte si sono assunti alcuni criteri comuni di riflessione: non autorizzare più di una sezione di liceo sportivo per provincia (su indicazione dell’USR), non accogliere, in riferimento alle  richieste di nuovi indirizzi/opzioni, l'obiezione della “frantumazione dell'offerta formativa”, dal momento che tale requisito non è presente nelle Linee Guida della Regione Lazio.
Per quanto riguarda le  proposte di accorpamento e di nuova costituzione di istituzioni scolastiche, ove non era presente un accordo tra le scuole coinvolte, si è rinviato a tavoli tecnici interistituzionali per trovare una linea condivisa, prima di operare azioni di importante rilevanza, mantenendo invariata per l’a.s. 2020-2021 la situazione attuale.
Si è garantita una distribuzione equilibrata di indirizzi ed opzioni per le scuole secondarie, evitando le sovrapposizioni nello stesso territorio.
Il piano sarà sottoposto a Delibera in Consiglio Regionale, che lo andrà a ratificare entro il 31 dicembre. 

Anp Lazio ha sostenuto le proposte delle scuole dei DS soci che hanno fatto presenti le proprie situazioni, nei limiti di quanto rispondente ai requisiti della normativa. 

 

Il Presidente ANP Lazio

Mario Rusconi