Stampa
Categoria: Comunicati ANP Roma e Lazio
Visite: 113

- Al Direttore Generale
dell’Usr Lazio
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
- Al Dirigente Ambito Territoriale Roma
Rosalia Spallino
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

OGGETTO – richieste relative a costituzione organici 2020-2021

In riferimento alle operazioni in corso relative alla definizione degli organici delle classi per l’a.s. 2020-2021, si rappresenta quanto segue, alla luce delle informazioni che al momento i Dirigenti Scolastici possono consultare su Sidi:

- in tutti gli ordini di scuola si osserva la costituzione di classi prime, con alunni disabili, superiori a 20 alunni. Negli ordini di scuola superiori addirittura vengono assegnate classi prime a 27 alunni in presenza di alunni disabili;
- anche nelle classi intermedie si osservano accorpamenti che non tengono in considerazione la presenza di alunni disabili;
- in numerose scuole il numero di alunni per ciascuna classe non rispetta le capacità di contenimento delle aule (segnalate dai DS nelle relazioni di invio organico): se questo è
un problema in situazione normale, in situazione di emergenza sanitaria rappresenta un limite che rende concretamente impossibile l’attività didattica;
- nelle scuole superiori si stanno osservando accorpamenti automatici nel passaggio dalle seconde alle terze con riduzione di classi ed aumento numerico di ciascuna fino a
raggiungere i 31 studenti in presenza di alunno disabile e senza tenere in considerazione la diversità di indirizzi/opzioni.

Le situazioni sopra esposte risultano del tutto incoerenti rispetto allo stato di emergenza sanitaria che stiamo vivendo: è ormai certo che il prossimo scolastico inizierà con la necessità di rispettare precise condizioni di distanziamento sociale, assolutamente impossibili da realizzare in aule sovraffollate, come nella situazione che verrebbe a generarsi in
conseguenza della configurazione di organico che al momento risulta da Sidi. Oltre alla misura del distanziamento va tenuto in considerazione che, in ogni caso, attivare percorsi didattici inclusivi con la numerosità di studenti/classe che al momento si prevede, sarà materialmente impossibile.
Si sollecita pertanto di procedere a rimodulazione, anche in eventuale deroga a vincoli di legge, delle situazioni critiche che ciascuna scuola sta segnalando, al fine di veder assicurati i diritti allo studio, alla salute e alla sicurezza per tutti gli studenti.


In attesa di immediato riscontro, si porgono distinti saluti.

Roma, 16 aprile 2020

Il Presidente ANP Lazio
Mario Rusconi

FaLang translation system by Faboba