L’ANP ha partecipato oggi all’incontro in videoconferenza che il Ministero dell’Istruzione ha organizzato con  le organizzazioni sindacali rappresentative dell’area istruzione e ricerca per un aggiornamento dei dati relativi ai contratti integrativi regionali  2017/2018 e 2018/2019.

Il monitoraggio avviato dall’Amministrazione per calcolare il  fabbisogno necessario alla retribuzione delle reggenze per gli anni 2017/2018 e 2018/2019 è stato quasi ultimato: l’impegno, pienamente condiviso dall’Amministrazione e dalle organizzazioni sindacali,  è quello di evitare che le risorse relative alla retribuzione di risultato risultino insufficienti rispetto al fabbisogno necessario per le  reggenze. A tal fine la Direzione Generale per le risorse umane e finanziarie del Ministero promuoverà a breve un incontro con i direttori generali degli Uffici scolastici delle regioni in cui si dovesse rilevare tale  rischio.
Per l’ANP è necessario mettere in atto qualsiasi misura utile che eviti il rischio di restituzione da parte dei  dirigenti ed ha  rinnovato la proposta di accelerare il più possibile la conclusione delle contrattazioni integrative nelle regioni in cui non si registrano criticità. Abbiamo anche suggerito di mandare in esecuzione simultaneamente i contratti integrativi regionali relativi agli anni 2017/2018 e 2018/2019, soprattutto per le regioni in cui si riscontrassero invece difficoltà, utilizzando anche quota parte delle risorse aggiuntive (10 milioni di euro) che al momento sono state individuate dal Ministero dell’Istruzione per l’esercizio finanziario 2019 (il relativo decreto interministeriale è in fase di approvazione da parte del MEF).
Comunicheremo tempestivamente gli esiti delle successive informative a tutti i colleghi.