Il 15 dicembre la delegazione ANP Lazio costituita da Mario Rusconi, Cristina Costarelli, Patrizia Marini, Anna Messinese, Valeria Sentili, ha partecipato al tavolo regionale operativo per la condivisione e soluzione delle criticità legate a: lavoratori “fragili”, Organico Covid, GPS, DSGA.

In apertura di riunione il Direttore Generale ha comunicato che in data 16 dicembre incontrerà i prefetti per definire lo stato dell’arte dei trasporti in vista della ripresa delle lezioni il prossimo 7 gennaio.

ANP Lazio ha evidenziato che sarebbe stato auspicabile che anche una delegazione dei DD.SS. potesse partecipare al tavolo di lavoro come sta avvenendo in altre provincie: Il DS ha risposto che ciò è impossibile per l’elevato numero di DD.SS. della provincia di Roma, ma ha assicurato che si farà portavoce delle istanze di tutti.

E’ di imminente pubblicazione una Nota del D.G. recante chiarimenti sulla gestione dei lavoratori “fragili” al fine di chiarire le diverse categorie con particolare riferimento a “fragili e inidonei” e i conseguenti adempimenti da parte dei Dirigenti Scolastici in virtù della tipologia di certificazione medica assunta agli atti. Sarà diffuso con la Nota anche il Verbale di confronto Ministero/OO.SS. sui lavoratori “fragili” del 27 novembre scorso.

Anp Lazio ha chiesto inoltre al DG di chiarire quali siano le competenze dei Medici Competenti in considerazione delle difformità di comportamento degli stessi nelle diverse scuole. Il D.G., pur non potendo entrare nel merito di argomenti di natura sanitaria, ha garantito che darà indicazioni ai DD.SS. circa la funzione del M.C. di certificare la “fragilità” e/o l’inidoneità” di un dipendente da cui dipendono i successivi adempimenti da parte dell’amministrazione. E’ necessario, ha puntualizzato il D.G., eventualmente mettersi in contatto con i rispettivi medici Competenti in caso di ambiguità nei certificati medici che talvolta non chiariscono la tipologia tra fragile e inidoneo che richiede da parte dei DD.SS. l’assunzione di provvedimenti diversi: “lavoro agile” nel primo caso, destinazione ad altri ruoli nel secondo.

Relativamente al concorso di DSGA, il D.G. ha comunicato che la graduatoria del concorso dovrebbe essere approvata nel mese di febbraio e che tutti i posti vacanti a conoscenza dell’USRL sono stati coperti anche grazie ad interpelli interregionali. Ha chiesto altresì di riferire di ulteriori posti vacanti di cui si fosse a conoscenza.

E’ stata successivamente affrontata la questione delle GPS e delle convocazioni da parte degli ATP che si protrarranno anche nell’anno nuovo: questo, ha chiarito il D.G, perché l’O.M. 60 ha superato la vecchia norma del 31 dicembre quale termine ultimo per l’assegnazione delle supplenze da parte degli ATP. Il D.G. ha riferito che le cattedre ancora scoperte su Roma sono 3008 e che meno dell’1% accetta l’incarico. L’ATP di Roma sta lavorando ad un’applicazione che dovrebbe essere attiva dai primi di gennaio per consentire la convocazione online degli aspiranti supplenti e la possibilità di accettare l’incarico attraverso la APP in modo tale da esaurire velocemente le graduatorie e ridare la gestione delle cattedre alle scuole.

ANP Lazio ha inoltre chiesto che venga fissato un termine ultimo, verosimilmente il 14 settembre di ogni anno, per la comunicazione da parte delle scuole agli ATP dei posti vacanti e/o disponibili vista la situazione di grande caos verificata nel corrente anno scolastico e che ancora perdura. Il D.G. ha anche chiarito che le rettifiche alle graduatorie GPS in virtù dell’accertamento di titoli e punteggi da parte delle scuole saranno fatte dagli ATP nel mese di giugno; pertanto le scuole devono solo comunicare eventuali correzioni nei punteggi ma non emettere alcun provvedimento che è di competenza degli uffici territoriali.

E’ stata ribadita l’urgenza per il prossimo anno di incrementare i posti in organico di diritto, soprattutto di sostegno al fine di garantire maggior stabilità ai docenti e continuità agli alunni in situazione di disabilità. Il D.G. ha riferito che la Legge di Bilancio prevede per il Lazio un incremento di posti per gli organici di diritto.

Anp Lazio ha chiesto informazioni circa l’imminente scadenza (31 dicembre) dei contratti dei CC.SS. sui posti ex LSU e se questi potranno essere prorogati. Non vi è ancora certezza su questo aspetto, ha risposto il D.G., in quanto l’eventuale proroga dipenderà da ciò che sarà previsto dalla Legge di Bilancio.

Per quanto riguarda l’organico Covid, il D.G. ha riferito che sono state assegnate tutte le risorse per il 2020 e che è in procinto di emettere un nuovo decreto di assegnazione in virtù delle rinunce pervenute da parte di alcune scuole.

Nei prossimi giorni Anp Lazio parteciperà ad un successivo incontro con l’Usr Lazio, che vedrà la partecipazione dell’assessore Lavoro e nuovi diritti, Formazione, Scuola e diritto allo studio universitario, Politiche per la ricostruzione della Regione Lazio, dott. Claudio Di Berardino.

 

Mario Rusconi