Il 22 dicembre la delegazione ANP Lazio ha partecipato al tavolo regionale operativo avente per oggetto chiarimenti ed informazioni in merito a:

  1. Ripresa lezioni in presenza per gli istituti secondaria di 2^ gr.
  2. Lavoratori “fragili”.
  3. Varie

Hanno partecipato all’incontro gli Assessori della Regione Lazio Di Berardino e Alessandri.

RIPRESA LEZIONI IN PRESENZA IL 7 GENNAIO

Il D.G. ha riferito l’esito dell’incontro con i prefetti cui seguirà Nota USRL per le scuole non appena perverrà il Documento ufficiale. In sintesi i punti fermi emersi dal tavolo operativo con i prefetti sono le seguenti:

  • Due orari di ingresso: 08.00/10.00
  • 40% alle 8.00 – 60% alle 10.00
  • Apertura delle scuole su 6 giorni – sabato un’unica fascia d’ingresso alle h. 08.00;

ANP Lazio ha sottolineato le criticità legate alle decisioni prefettizi che hanno carattere perentorio e rispetto a cui non è possibile discrezionalità applicativa in nome dell’autonomia delle scuole:

  • totale ed immediata riformulazione dell’orario che dovrà prevedere necessariamente un maggior numero di ore di “buco” per i docenti” rispetti a quelli previsti dagli OO.CC.
  • difficoltà del servizio trasporti in diverse zone extraurbane in cui il Cotral arriva solo a determinati orari;
  • difficoltà di coordinare l’orario dei pulmini dei ragazzi con disabilità con l’orario d’ingresso delle rispettive classi;
  • criticità legate alla permanenza a scuola degli alunni degli istituti tecnici e professionali fino a tarda ora a discapito dello studio personale soprattutto degli studenti pendolari.

E’ stato chiesto che gli orari d’ingresso possano tener conto dell’adozione da parte di molte scuole dell’unità di lezione di 50 minuti e di poter prevedere una percentuale del 50% di presenze come in molti casi già attivato. IL Ds ha sottolineato che la percentuale del 75% di studenti in presenza è perentoria e non può scendere al 50% in quanto trattasi di disposizione derivante dal DPCM del 3 dicembre.

Per il recupero del tempo scuola, l’ANP ha proposto lavori da remoto per i ragazzi ed eventuali attività di recupero on line per i docenti.

L’Assessore Alessandri, pur comprendendo il difficile lavoro delle scuole, ha riferito che la Regione sta mettendo in campo ogni mezzo e strumento per una ripresa il più possibile in sicurezza cercando di ridurre al minimo le criticità:

  • noleggio da parte dell’ATAC di bus turistici per potenziare il trasporto;
  • 130 verificatori/facilitatori per il controllo della capienza del 50% dei bus;
  • Potenziamento del trasporto extraurbano ed interregionale.

L’Assessore Di Berardino ha riferito che la prossima settimana, dopo la chiusura di tutti i tavoli con i prefetti si svolgerà un altro incontro, per comunicare ufficialmente le misure adottate per la ripresa delle lezioni il 7 gennaio cui seguirà la Nota del D.G. alle scuole.

ANP Lazio ha ribadito l’urgenza di avere certezze ed indicazioni chiare e per iscritto come, per altro, sta avvenendo in altre Regioni che hanno anche coinvolto maggiormente i Dirigenti Scolastici invitandoli ai tavoli operativi.

 

Mario Rusconi