Consulenza ai Soci

Dopo aver illustrato la previdenza complementare del personale in regime di TFR (trattamento di fine rapporto) perché assunto dopo il 31.12.2000, torniamo  sull’argomento per riservare l’attenzione a chi invece si trova in Tfs (indennità di buonuscita) perché assunto di ruolo o a tempo indeterminato prima dell’1.1.2001.

La previdenza complementare come funziona.

Prima di addentrarci sullo specifico occorre affrontare preliminarmente il problema cruciale che ruota attorno all’utilizzo del trattamento di fine rapporto.

Il Dott. Giuliano Coan sarà presente a Roma per il servizio di consulenza previdenziale e pensionistica agli iscritti ANP Lazio nei seguenti giorni:

Le leggi di stabilità e i continui interventi legislativi, impongono una sempre maggiore attenzione e cura sulla trattazione delle pratiche pensionistiche e previdenziali, dei Dirigenti Scolastici e indistintamente di tutto il personale della scuola e della pubblica amministrazione in genere.

La Commissione di vigilanza sui Fondi Pensione ( Covip) ha reso noto i principali dati statistici aggiornati allo scorso dicembre.

Nel 2017,nei fondi negoziali si sono registrate 208.000 iscrizioni in più (8 per cento) rispetto al 2016, portando il totale a fine anno a 2,805 milioni di aderenti.

 L’incremento è stato determinato dall’avvio del meccanismo di adesione contrattuale in quattro fondi (il fondo rivolto ai lavoratori del settore autostrade, il fondo destinato ai dipendenti delle aziende del gruppo Ferrovie dello Stato, il fondo con destinatari gli autoferrotranvieri e, con modalità peculiari, il fondo territoriale del Veneto).

Anche senza considerare i fondi interessati dalle adesioni contrattuali, la crescita netta delle iscrizioni rimane positiva.

Nelle forme pensionistiche di mercato offerte da intermediari finanziari, i fondi aperti totalizzano 1,374 milioni di iscritti, crescendo di 115.000 unità (9,2 per cento) rispetto al 2016.

 Nei PIP “nuovi” il totale degli iscritti è di 3,103 milioni; l’incremento netto è stato di 233.000 unità (8,1 per cento).

Nel 2017 i rendimenti aggregati, al netto dei costi di gestione e della fiscalità, sono stati in media positivi per tutte le tipologie di forma pensionistica. I fondi negoziali e i fondi aperti hanno reso in media, rispettivamente, il 2,6 e il 3,3 per cento; per i PIP, il rendimento medio è stato inferiore e pari al 2,2 per cento.

 Nello stesso periodo il TFR si è rivalutato, al netto dell’imposta sostitutiva, dell’1,7 per cento.

 Rendimenti in media più elevati si sono riscontrati nelle linee di investimento azionarie e anche bilanciate, per effetto dell’andamento nel complesso favorevole delle borse mondiali.

 I risultati medi sono stati marginalmente negativi per i comparti obbligazionari puri e modesti per gli altri comparti obbligazionari e per i garantiti, in presenza di tassi di interesse rimasti su livelli storicamente bassi pur se in leggera risalita nel corso dell’anno.

 Su un orizzonte temporale più ampio, pari agli ultimi dieci anni, i rendimenti medi annui composti sono stati i seguenti:

>  3,3 per cento per i fondi negoziali, ( es.Espero )

>  3 per cento per i fondi aperti

>  2,1 per cento è stata la rivalutazione media annua composta del TFR.

 

Febbraio 2018                                                           

                                                                             Giuliano Coan

                                                                        Consulente e docente in diritto previdenziale

                                                                        Autore di pubblicazioni in materia

                                   

                                                                                                                                            

Sottocategorie

Si informano gli associati che per informazioni e consulenze da parte dell'ANP Lazio, sono a disposizione i seguenti recapiti telefonici (dal lunedì al venerdì):
 
  • Antonino: 3273312301
  • Cristina: 3248483253
  • Daniela: 3496199275

​E' disponibile anche l'indirizzo email  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Presso la sede dell'ANP Nazionale (Viale del Policlinico 129/a) è possibile prendere un appuntamento con il Dott. Giuliano Coan,  esperto in materia, che sarà presente uno - due giorni al mese presso la suindicata sede.

Per appuntamento telefonare allo 06/44245820 oppure allo 06/44243262.

 

Pubblichiamo inoltre, un contributo del Dott. Coan relativo alle Nuove regole per la pensione.

E' attivo un ulteriore servizio di consulenza giuridico – normativa per i soci ANP del Lazio, in aggiunta alla collaborazione con l'Avv. Giuseppe Pennisi

Pubblichiamo i riferimenti dello studio legale:

 
STUDIO LEGALE
 
Avv. Simona Brescia
 

Via Auguto Aubry 3

00161 Roma

 

tel./fax 06-3204958

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 La consulenza gratuita è attiva esclusivamente nei giorni

 
  • lunedì, solo telefonicamente, dalle ore 15.30 alle ore 19.00
  • a partire dal 24/09/2015, giovedì:

          -  ricevimento di persona, previo appuntamento, dalle ore 15.00 alle ore 18.00 presso la sede di Viale del Policlinico 129/a, piano II

          - consulenza telefonica, presso la medesima sede, dalle ore 18.00 alle ore 18.30, contattando il numero telefonico 06/44245820 oppure 06/44243262.

 
 
 

Il mercoledì dalle 16.00 alle 18.00 al numero 06 44245820 - 44243262 è attivo un servizio telefonico di consulenza tecnico – giuridica su problematiche relative alla funzione docente, riservato ai docenti associati ANP.