L’ANP (Associazione Nazionale Dirigenti e Alte Professionalità della Scuola), già Associazione Nazionale Presidi, è stata costituita nel 1987 a Roma.

È l'organizzazione Sindacale maggiormente rappresentativa dei dirigenti delle istituzioni scolastiche e dal 2002 rappresenta anche le alte professionalità docenti. A livello confederale fa parte della CIDA – Manager e Alte Professionalità per l’Italia, per il tramite della Federazione Nazionale Dirigenti e Alte Professionalità della Funzione Pubblica. È membro permanente dell’ESHA (European School Heads Association), avendone la rappresentanza per il nostro paese.

Con sezioni territoriali in tutte le province e regioni italiane, svolge prioritariamente la propria azione di tutela degli interessi morali ed economici delle categorie che rappresenta.

Promuove, progetta ed organizza inoltre iniziative atte a migliorare e valorizzare le specifiche professionalità in collaborazione con numerose organizzazioni italiane e internazionali, fornendo molteplici occasioni di formazione e aggiornamento al personale della scuola. A questo fine sono stati attivati, attraverso protocolli d’intesa, numerosi accordi di partenariato per la realizzazione di iniziative comuni, dalla formazione alla diffusione della cultura manageriale ed economico-finanziaria, dall’innovazione tecnologica alla tutela dei beni culturali e ambientali, attraverso il coinvolgimento di enti, università e associazioni fra i quali la CRUI, Intercultura, Federmeccanica, Confindustria, Consorzio PattiChiari/ABI, UPI, FAI, ISFOL, CeIS, Microsoft, Giunti Scuola, La Fabbrica, Fondazione Assicurazioni Generali, Fondazione Telecom Italia, Fondazione Color Your Life, Goethe Institut, Amnesty International, Scuola democratica.

L’ANP è dalla sua costituzione il punto di riferimento più autorevole per l’analisi e la proposta in materia di autonomia scolastica e di modernizzazione del sistema di istruzione in Italia. I suoi contributi di riflessione vengono resi pubblici attraverso il sito internet nazionale e i siti delle strutture regionali e attraverso i comunicati ufficiali.

L’ANP ha redatto due documenti fondamentali per la scuola italiana presentati nel 2012: il Manifesto per la scuola e il Codice deontologico. Con il Manifesto si intende riportare l’attenzione sulla necessità di individuare un asse culturale visibile per la nostra scuola, onde evitare il rischio di una frammentazione culturale e di uno smarrimento dei propri obiettivi. Una scuola che ponga al centro l’apprendimento e che educhi al pensiero libero, nel senso più impegnativo di contrastare ogni forma di conformismo; una scuola di qualità, seria e rigorosa. Con il Codice deontologico si intende offrire uno strumento indispensabile in una realtà che pare aver perso ogni riferimento all’etica pubblica: nella scuola, in particolare, in cui il rapporto tra etica pubblica ed educazione è sostitutivo della sua stessa ragion d’essere.