L'attuazione delle nuove norme e i rapporti con la sanità pubblica.

Il 10 febbraio ANP Lazio ha incontrato l’assessore Alessio D’Amato alla presenza del Direttore Regionale Massimo Annichiarico, della Dirigente Alessandra Barca e del Direttore Generale USR Lazio Rocco Pinneri.

Anp Lazio ha ringraziato la Regione per il rapido intervento, tramite circolare del 5 febbraio 2022, nel dare indicazioni applicative rispetto al DL 4 febbraio relativo alle “Misure urgenti in materia di certificazioni verdi COVID-19 e per lo svolgimento in sicurezza delle attività nell'ambito del sistema educativo, scolastico e formativo”. Si rappresenta come il cambio di disposizioni nell’arco di pochi giorni abbia creato non poche difficoltà organizzative, che comunque si stanno progressivamente chiarendo. Il carico di lavoro per le scuole resta ancora molto alto, pur apprezzando la semplificazione delle disposizioni (eliminazione dei tamponi T0 e T5): si rende necessario che le ASL facciano pervenire al più presto alle scuole protocolli aggiornati e uniformi tra loro, chiarendo con precisione quali siano le azioni in carico alle scuole e le disposizioni di tipo sanitario, in carico alle ASL stesse. Le nuove misure comportano anche elementi di preoccupazione per gli alunni fragili, soprattutto nelle scuole dell’infanzia e primarie, in cui è prevista la presenza per tutti fino a 5 positività e in assenza di screening: a tal proposito la Regione assicura che saranno previsti a breve test antigenici, alla comparsa del primo caso in classe, per gli alunni con fragilità. AnpLazio chiede inoltre che le nuove procedure siano chiarite anche ai PLS e ai MMG, soprattutto per quanto riguarda le misure di rientro a scuola che, in caso di positività, richiedono sempre il certificato medico.

La Regione precisa inoltre quando segue:

  • verrà predisposto un format per l’autodichiarazione rispetto al test antigenico autosomministrato (quando previsto, per la scuola dell’infanzia e primaria);
  • resta confermata la raccomandazione dei due metri di distanza in auto sorveglianza a mensa e nei momenti della merenda;
  • si cercherà di facilitare la somministrazione dei vaccini agli alunni, anche attraverso il posizionamento di unità mobili vicine alle sedi scolastiche.

Il momento di incontro, improntato alla collaborazione inter istituzionale, si chiude con l’impegno a rivedersi tra una decina di giorni per il monitoraggio della situazione.

ANP Lazio
Cristina Costarelli

Pin It