ANP Lazio al tavolo operativo regionale per portare la voce dei dirigenti e delle scuole.

Il giorno 23 aprile 2021 la delegazione ANP Lazio ha partecipato al tavolo regionale operativo avente per oggetto: monitoraggio della situazione epidemiologica delle scuole laziali e problematiche legate alle scuole.
Hanno partecipato all’incontro l’assessore al Lavoro e nuovi diritti, Formazione, Scuola e diritto allo studio universitario, Politiche per la ricostruzione della Regione Lazio, dott. Claudio Di Berardino e la Dott.ssa Biscaglia dell’Assessorato alla Sanità.

In apertura di riunione, il Direttore generale (D.G.) illustra quanto previsto nel Decreto legge pubblicato questa notte. In particolare:

  • L’art. 1, c. 3 riferisce le norme inderogabili: 100% in presenza per il 1^ ciclo e il minimo del 50% per il 2^ Ciclo.
  • Il comma 2 disciplina le percentuali di frequenza scolastica in presenza nelle zone gialle e arancioni: le scuole del 2^ ciclo, in assenza di ordinanza regionale, assicurano la percentuale tra il 70% e il 100% di studenti in presenza. Eventuale ordinanza regionale può derogare senza tuttavia scendere al di sotto del 50%.

Per quanto riguarda i trasporti pubblici, le aziende interessante hanno assicurato la capacità di gestione del
70% ma non oltre.

Il D.G. ha riferito che è di imminente pubblicazione una nota USR Lazio alle scuole in cui comunicherà che occorre aumentare la percentuale degli studenti in presenza al 70% senza andare oltre. In caso di istituti che hanno la possibilità di andare oltre questa percentuale, dovranno inviare richiesta al D.G. per valutare la fattibilità con le aziende di trasporto pubblico.

Nella medesima nota, verrà consigliato alle scuole di assicurare la presenza del 100% degli studenti delle classi quinte.

Gli Istituti scolastici avranno l’autonomia di valutare come aumentare al 70% a partire dal 26 aprile. Il sabato non è obbligatorio.

ANP Lazio, lamentando con forza il ritardo nella pubblicazione del decreto-legge che costringe le scuole a
riorganizzazioni in poche ore, chiede che:

  • le scuole possano autonomamente valutare la percentuale degli studenti in presenza tra il 50% e il 100% in base alle specifiche necessità;
  • venga potenziata l’esecuzione dei tamponi ai ragazzi;
  • che si intervenga definitivamente sulla connettività;

Si rivedano gli organici che sono in procinto di essere pubblicati: sia nelle scuole del 1^ che del 2^ ciclo si stanno profilando classi con 30 alunni e oltre con 1 o 2 con disabilità; tale situazione lede fortemente il diritto allo studio e anche alla salute di tutti.

La dott.ssa Biscaglia dell’assessorato ha fornito alcune risposte ai quesiti posti:

  • non possiede il dato aggiornato sul personale scolastico vaccinato ma i dati sono incoraggianti;
  • sarà prorogata la campagna che consente agli studenti e al personale scolastico di effettuare i tamponi presso i drive-in anche senza prescrizione medica.

L’Assessore Di Berardino ha ribadito l’impegno della regione Lazio nel farsi portavoce presso la Conferenza Stato/regioni della richiesta di fornire alle scuole mascherine FFP2.

Quanto alla possibilità di derogare alla percentuale del 70% di studenti in presenza, l’Assessore ha riferito che se tutte le Organizzazioni formalizzano tale richiesta, la Regione Lazio prenderà in considerazione tale posizione in una eventuale Ordinanza.

In sintesi di riunione il DG Pinneri ha ribadito l’obbligatorietà del 70% di studenti in presenza salvo Ordinanza regionale.

Nella Nota indicherà alle scuole che, nelle situazioni di obiettiva mancanza di spazi (da recente monitoraggio compiuto dall’USRL risultano essere 37), ogni istituto farà il possibile per avvicinarsi alla percentuale stabilita dal D.L. nel rispetto comunque prioritario del metro di distanziamento per la tutela della salute e della sicurezza di studenti e personale.

Relativamente alla connettività, il D.G. ha informato che la Fastweb si è aggiudicato il bando per la banda ultra larga in tutte le scuole e che la stessa azienda ha indicato il mese di settembre come termine ultimo per
l’esecuzione dei lavori.

Nei prossimi giorni ANP Lazio continuerà a partecipare ai diversi tavoli di lavoro per portare avanti le istanze delle scuole al fine di tutelare al massimo gli interessi di tutti

Pin It