Già previsto dalla legge 107 prende avvio il curriculum dello studente.

Il 6 aprile è stata aperta la funzionalità di SIDI per la compilazione del Curriculum dello Studente per i ragazzi dell’ultimo anno delle scuole superiori.

Cos’è il CDS? Utilizzando le parole del ministero, si tratta di una fotografia del percorso formativo di ciascuno studente con le esperienze in ambito scolastico ed extrascolastico

È un documento rappresentativo dell’intero profilo dello studente che riporta al suo interno le informazioni relative al percorso scolastico, le certificazioni conseguite e le attività extrascolastiche svolte nel corso degli anni. È uno strumento con rilevante valore formativo ed educativo, importante per la presentazione alla Commissione e per lo svolgimento del colloquio dell’esame di Stato del II ciclo.

È strutturato in 3 parti:

  1. Istruzione e formazione. La prima parte contiene tutte le informazioni relative al percorso di studi, al titolo di studio conseguito, ad eventuali altri titoli posseduti, ad altre esperienze svolte in ambito formale.
  2. Certificazioni. La seconda parte è inerente alle certificazioni di tipo linguistico, informatico o di altro genere.
  3. Attività extrascolastiche. La terza parte riguarda le attività extrascolastiche svolte ad esempio in ambito professionale, sportivo, musicale, culturale e artistico, di cittadinanza attiva e di volontariato

Gli studenti sono parte attiva e soggetti diretti della compilazione per le parti sulle certificazioni e sulle attività extrascolastiche

Dalle scuole stanno emergendo in questi giorni diverse perplessità in ordine a:

  • tempistica molto stretta, per cui in un mese e mezzo effettivo si chiede a ragazzi e scuole di ricostruire 5 anni di percorso formativo;
  • mancata attivazione, con il dovuto anticipo, di iniziative di formazione, in quanto ad oggi non si sono svolte attività di supporto per una compilazione pienamente consapevole per gli attori coinvolti, che vanno dall’amministrazione ai docenti passando soprattutto per gli studenti;
  • format che avrebbe richiesto passaggi di sperimentazione sul campo prima di essere proposto come definitivo.

È indubbio il riconoscimento della bontà dell’iniziativa, introdotta dalla Legge 107 del 2015 e in seguito disciplinata dal Decreto legislativo 62 del 2017, che mette a disposizione degli studenti un documento di ricognizione e di bilancio sul percorso della scuola superiore e che soprattutto li vede protagonisti attivi della sua redazione.

Per maggiori approfondimenti https://curriculumstudente.istruzione.it/cose.html

Pin It